Trasporto su strada

L’Attività di autotrasporto per conto terzi trova le sua regolamentazione di riferimento nel Regolamento (CE) n. 1071/2009 del 21 ottobre 2009, recepito con Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 25 novembre 2011. Ulteriori chiarimenti sono contenuti nelle Circolari del medesimo Ministero, del 28 gennaio 2015 e del 24 luglio 2015.

La citata normativa prevede che le aziende che intendono esercitare o esercitano la professione di autotrasporto per conto di terzi devono possedere, oltre a requisiti di onorabilità e idoneità professionale, anche requisiti di idoneità finanziaria.

L’impresa deve poter dimostrare di disporre ogni anno di un capitale e di riserve per un valore di almeno €. 9.000,00 per il primo veicolo utilizzato e di €. 5.000,00 per ogni veicolo supplementare utilizzato (si considerano gli autoveicoli di massa complessiva superiore a 1,5 tonnellate).

Le aziende di trasporto possono dimostrare di possedere la capacità finanziaria richiesta tramite attestazione sotto forma di garanzia fidejussoria rilasciata da Intermediario Finanziario autorizzato ed iscritto all’Albo Unico.

Per la verifica del possesso della capacità finanziaria richiesta e al fine di valutare in via preventiva il rilascio di apposita fidejussione, richiediamo i seguenti documenti di base:

  • Visura Camerale aggiornata (antecedente non oltre i 6 mesi dalla data di richiesta);
  • Copia Documento di riconoscimento e codice fiscale del titolare/amministratore della ditta;
  • Ultimo Modello Unico dell’azienda richiedente e bilancio (se presentato);
  • Elenco automezzi;
  • Per eventuali coobbligati, copia Documento di riconoscimento, codice fiscale e Modello Unico.