Centri Revisione Auto

Per poter aprire ed avviare un centro di revisione auto e moto un’Impresa deve ottenere specifica autorizzazione dagli uffici provinciali della Motorizzazione, secondo le norme stabilite dall’art. 80 del D.lgs. 285/92-Codice della Strada, dimostrando di possedere vari requisiti, tra cui anche un’adeguata capacità finanziaria pari ad € 154.937,07 – che permetta di assicurare una appropriata attività imprenditoriale nei confronti di terzi.

In altre parole, deve provare di avere una certa solidità attraverso un atto di affidabilità economica meglio conosciuto come attestazione di capacità finanziaria mediante fideiussione rilasciata da un istituto bancario, compagnia assicurativa oppure da una società finanziaria iscritta all’Albo ex art 107 TUB e con un capitale sociale non al di sotto di € 2.582.284,49.

L’importo dell’attestazione è pari a € 154.937,07 (300.000,00 lire), ma può variare qualora l’impresa intenzionata a offrire un servizio di revisione auto e moto abbia deciso di consorziarsi.

In questo caso l’importo della attestazione dipende dal numero di attività che si andrebbe a svolgere, come previsto dall’articolo 1 comma 3 della Legge 5 febbraio 1992 n. 122, modificata con Legge 11/12/2012 n.224.

In sostanza la norma dice che le attività possibili per un centro di revisione sono tre: meccatronica, gommista, carrozzeria e quindi l’attestazione di capacità finanziaria sarà: non inferiore a 51.645,70 Euro se posseduta da un’azienda che assicura la copertura di una sola delle suddette attività; non inferiore a 87.797,70 Euro se posseduta da un’azienda che assicura la copertura di due delle suddette attività; non inferiore a 118.785,00 Euro se posseduta da un’azienda che assicura la copertura di tre delle suddette attività.

L’attestazione ha una validità di 365 giorni; oltre un anno non sarà considerata valida e, pertanto, il titolare dell’impresa dovrà rinnovarla.

Per la verifica del possesso della capacità finanziaria richiesta e poter valutare in via preventiva il rilascio di apposita fidejussione, richiediamo i seguenti documenti di base:

  • Visura Camerale aggiornata (antecedente non oltre i 6 mesi dalla data di richiesta);
  • Copia Documento di riconoscimento e codice fiscale del titolare/amministratore della ditta;
  • Ultimo Modello Unico dell’azienda richiedente e bilancio (se presentato);
  • Per eventuali coobbligati, copia Documento di riconoscimento, codice fiscale e Modello Unico